CERTIFICATI PER ATTIVITA’ SPORTIVA NON AGONISTICA

Si  ripropone il problema  del rilascio dei certificati per l’ attività sportiva non agonistica  e per l’attività ludico –motoria. In allegato alcuni chiarimenti in merito. Agli iscritti all’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Belluno Certificati per attività sportiva non agonistica: alcuni chiarimenti Cara/o Collega, con la ripresa dell’attività scolastica si ripropone il problema del rilascio dei certificati per l’attività sportiva non agonistica e per l’attività ludico motoria. Sebbene l’obbligatorietà dei secondi sia stata abolita, alcune palestre continuano a richiederli, con una prassi discutibile, a titolo cautelativo. I primi, invece, sono obbligatori per: a) gli alunni che svolgono attività fisico-sportive organizzate dagli organi scolastici nell’ambito delle attività parascolastiche; b) coloro che svolgono attività organizzate dal CONI, da società sportive affiliate alle Federazioni sportive nazionali, atte Discipline associate, agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, che non siano considerati atleti agonisti ai sensi del decreto ministeriale 18 febbraio 1982; c) coloro che partecipano ai giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale. In effetti, è possibile che società sportive organizzino attività all’interno di palestre e, in questo caso, il certificato per l’attività sportiva non agonistica (non ludico motoria) diventa obbligatorio. Per quanto riguarda l’attività ludico-motoria, ginnica,  addestrativa, corsi di mantenimento fisico ecc. rivolta agli adulti, oltre che ai giovani, come accennato sopra le Società Sportive di fatto in quanto comunque affiliate al CONI spesso richiedono in ogni caso il certificato di attività sportiva non agonistica anche se l’attività erogata prevederebbe chiaramente un certificato per attività “ludico-motoria” (e quindi non obbligatorio ma discrezionale). Ciò tende a creare un contenzioso tra medico certificatore e Società che organizza i corsi e/o...

COMPILAZIONE CERTIFICAZIONI ASSENZA DI MALATTIA O INFORTUNIO: ATTENZIONE

Si invitamo tutti i Colleghi certificatori ad attenersi scrupolosamente alle norme previste nella compilazione delle certificazioni per assenza di malattia o infortunio (I.N.P.S.  – I.N.A.I.L.) dei lavoratori evitando di rilasciare certificazioni generiche o incomplete al fine di non incorrere in contestazioni o comunque in possibili disguidi sia con i datori di lavoro sia con gli Enti interessati....